Contattaci Telefono
0Item(s)
0 Articoli Vai al carrello

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
  • GIN GIL 1871 The Autentic Rural Vecchio Magazzino Doganale GIN GIL 1871 The Autentic Rural Vecchio Magazzino Doganale

GIN GIL 1871 The Autentic Rural Vecchio Magazzino Doganale

Breve descrizione

Gil The Authentic Rural Gin. “Non mi sarei mai sognato di fare un gin senza la nostra botanica principale.”
Un autentico gin che nasce da una vera e propria scoperta, un distillato prezioso con metodo di produzione rurale. Ginepro di “bassa quota” e limoni IGP di Rocca Imperiale sono le botaniche principali. Si distingue anche per il suo colore originale. Un vero è proprio inno al territorio. Originale in miscelazione, nei grandi classici, ci piace l’idea di un Fizz o di un Collins. Gustato liscio esalta il suo carattere mediterraneo. “Gil is not fashion”.
Gradazione 43 % Vol.
Formato cl. 70
39,20 €

Disponibilità: Disponibile

Solo 5 rimasti

Ulteriori informazioni

SKU 11GIL70
Formato 70 cl
Produttore Vecchio Magazzino Doganale
Tipologia Distillati
Paese di Produzione Italia
Regione Calabria
Annata NV
Dati Tecnici Gil The Authentic Rural Gin. “Non mi sarei mai sognato di fare un gin senza la nostra botanica principale.” Un autentico gin che nasce da una vera e propria scoperta, un distillato prezioso con metodo di produzione rurale. Ginepro di “bassa quota” e limoni IGP di Rocca Imperiale sono le botaniche principali. Si distingue anche per il suo colore originale. Un vero è proprio inno al territorio. Originale in miscelazione, nei grandi classici, ci piace l’idea di un Fizz o di un Collins. Gustato liscio esalta il suo carattere mediterraneo. “Gil is not fashion”. Gradazione 43 % Vol. Formato cl. 70
Gradazione 43 % Vol.
Temperatura Servizio preferibilmente ghiacciato
Tempo Conservazione di lunga durata
Composizione / Uvaggio NV
Descrizione Azienda Quella notte pioveva, il mare era in tempesta. Eravamo io, Gil, Roger ed il grandissimo Jefferson, il nostro capitano. La nave sembrava abbandonarci in balia delle onde, parlavamo delle nostre avventure, non vedevamo l’ora di arrivare in Italia, quel paese fantastico, per rilassarci e ripartire per il grande continente. Un’onda pazzesca o forse un drago marino, non so se esiste, picchiò un colpo micidiale e io ed i miei amici ci ritrovammo sul ponte. Non riuscimmo a resistere a quel drago che fu fatale, pensavamo di non farcela. A salvarci fu quel vecchio baule che avevamo sulla nave. Dopo una nottata in mare, Jefferson capì, non so come, che eravamo vicini alla terra. Gil pregava, non so cosa diceva nella sua disperazione… Certo la voglia di vivere era tanta. Le ultime forze sembravano abbandonarci quando all’improvviso con i miei piedi toccai il fondo, Roger gridò: “Siamo salvi!”. Stremati ci sdraiammo su quella spiaggia incantevole. Passarono non so quante ore, forse un giorno, prima del nostro risveglio. Ci ritrovammo in un paradiso, Jefferson avvertì che sarebbe stato il suo posto eterno, disse subito: “Io rimarrò qui per sempre”. Cammina cammina, come nelle favole, percorremmo agrumeti e sentieri botanici pieni d’erbe aromatiche. Lì scorgemmo un Vecchio Magazzino Doganale dove trovammo una famiglia che ci accolse. Giocondo, il proprietario, ci prese a lavorare nel suo magazzino, lui era un venditore di spezie e qualche distillato di contrabbando. Quel magazzino Jefferson lo definiva, non posso mai dimenticarlo, “La Profumeria”. Passarono anni, non so quanti, ci innamorammo di quel territorio che ci riempiva ogni giorno di sorprese, senza perdere mai quella nostra passione di bere bene. Ognuno di noi aveva la materia prima e la conoscenza per creare un proprio liquore. Io non ci riuscii mai, ma loro si. “Io rimarrò qui per sempre”.
Abbinamento Da meditazione
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Spesso comprati insieme