Contattaci Telefono
0Item(s)
0 Articoli Vai al carrello

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
  • CHARDONNAY Trentino 2019 Ist. Agrario San Michele MACH CHARDONNAY Trentino 2019 Ist. Agrario San Michele MACH

CHARDONNAY Trentino 2019 Ist.Agr.S.Michele E. MACH

Breve descrizione

Ottimo come aperitivo accompagna bene primi piatti aromatizzati e/o speziati.  Tradizionale vinificazione in bianco. Fermentazione condotta in parte in piccole botti di rovere in parte in recipienti di acciaio. Lunga permanenza sulle fecce di fermentazione.
Servire ad una temperatura di 10-12°C.
Gradazione % Vol. 13
Formato 75 cl.
8,30 €

Disponibilità: Disponibile

8,30 €

Ulteriori informazioni

SKU 5CIA75
Formato 75 cl
Produttore Fondazione Edmund Mach
Tipologia Vino Bianco
Paese di Produzione Italia
Regione Trentino Alto Adige
Annata 2019
Dati Tecnici Ottimo come aperitivo accompagna bene primi piatti aromatizzati e/o speziati.  Tradizionale vinificazione in bianco. Fermentazione condotta in parte in piccole botti di rovere in parte in recipienti di acciaio. Lunga permanenza sulle fecce di fermentazione. Servire ad una temperatura di 10-12°C. Gradazione % Vol. 13 Formato 75 cl.
Gradazione 14 % Vol.
Temperatura Servizio 6 - 8°
Tempo Conservazione 3 anni
Composizione / Uvaggio Chardonnay
Descrizione Azienda La Fondazione Edmund Mach dal 2008 continua gli scopi e l’attività dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige, fondato nel 1874. E' una prestigiosa istituzione che ha conseguito raggiunto negli anni importanti traguardi a livello internazionale nella formazione, nella ricerca e nel trasferimento tecnologico in campo agricolo, agroalimentare e ambientale. Una vera e propria cittadella dell’agricoltura che si estende su campus di circa 14 ettari con aule, serre, laboratori, uffici e 70 ettari di area verde, a 16 chilometri a nord di Trento, nel comune di San Michele all’Adige
Abbinamento Pesce, Ravioli di zucca, Tartufo bianco
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione