BELLAVISTA - Franciacorta

33(1)

Bellavista nasce in Franciacorta nel 1977 per volontà dell’imprenditore Vittorio Moretti che decide in quell’anno di trasformare in azienda una piccola attività vitivinicola fondata su alcuni ettari di proprietà di famiglia.

Questi primi storici vigneti, di straordinaria qualità, sono ubicati sulla collina Bellavista, così denominata per la splendida posizione che, da un unico punto, abbraccia il lago di Iseo e l’intera pianura padana sino alla catena delle Alpi.

Con lungimiranza, Vittorio Moretti dedica particolare attenzione all’acquisto di nuovi vigneti sino ad arrivare agli attuali 180 ettari vitati, compresi nella zona di vocazione dei “Franciacorta”. Nel 1978 viene ideata e brevettata una speciale bottiglia che riattualizza le forme del tradizionale contenitore di vetro utilizzato per servire il vino sfuso nelle osterie. Questa scelta si rivelerà un valido strumento per la riconoscibilità del marchio aziendale e soprattutto ai fini di una voluta identificazione di Bellavista con il territorio della Franciacorta. A partire da questo momento, Bellavista dedicherà particolare attenzione alla definizione dell’immagine aziendale con un obiettivo primario: comunicare prima di tutto il territorio di produzione, la Franciacorta, e, insieme ad esso, i valori che connotano l’identità aziendale. Nel 1981 Vittorio Moretti incontra l’enologo Mattia Vezzola che nello stesso anno entra a far parte dell’azienda. Nel 1984 Bellavista produce il primo Crémant franciacortino, oggi denominato Satèn. È questa una tipologia che ha avuto un successo notevole tanto che oggi numerose aziende lo hanno inserito nella loro gamma produttiva. Nel 1990 Bellavista inventa e registra il termine Satèn, successivamente ceduto al Consorzio e oggi utilizzato da tutti i produttori associati.